Fondazione Clodiense O.N.L.U.S.
Fondazione Clodiense O.N.L.U.S.
ombrelloni da giardino, ombrelloni da esterno, gazebi da giardino, gazebi da esterno, soluzioni per esterno, gazebo esterno, ombrellone esterno Ombrelloni gazebi e soluzioni per l'esterno, gazebi da giardino ombrelloni da giardino e da esterno Ombrelloni gazebi e soluzioni per l'esterno, gazebi da giardino ombrelloni da giardino e da esterno Ombrelloni gazebi e soluzioni per l'esterno, gazebi da giardino ombrelloni da giardino e da esterno ombrelloni da giardino, ombrelloni da esterno, gazebi da giardino, gazebi da esterno, soluzioni per esterno, gazebo esterno, ombrellone esterno ombrelloni da giardino, ombrelloni da esterno, gazebi da giardino, gazebi da esterno, soluzioni per esterno, gazebo esterno, ombrellone esterno ombrelloni da giardino, ombrelloni da esterno, gazebi da giardino, gazebi da esterno, soluzioni per esterno, gazebo esterno, ombrellone esterno ombrelloni da giardino, ombrelloni da esterno, gazebi da giardino, gazebi da esterno, soluzioni per esterno, gazebo esterno, ombrellone esterno

La Fondazione Clodiense O.N.L.U.S. è sorta nel 2001 come emanazione della Fondazione di Venezia per mettersi al servizio dei donatori. Opera nei territori di Chioggia, Cavarzere e Cona per migliorarne la qualità della vita.

Le Fondazioni di Comunità sono uno strumento potente per coinvolgere le persone e far loro toccare e vedere concretamente che il contributo di ciascuno, sotto forma di donazione, torna effettivamente alla comunità dove si è generato sotto varie forme: dai progetti in ambito culturale, fino a quelli per il sostegno ai servizi alla persona di cui oggi si sente tanto bisogno.

La Fondazione Clodiense O.N.L.U.S. si distingue da altri enti di erogazione in quanto è l'esito delle donazioni di una pluralità di individui entro una specifica comunità locale (Chioggia, Cavarzere e Cona); offre servizi ai donatori affiancando alla politica di erogazione quella della raccolta.

UN INTERMEDIARIO CHE CONNETTE RISORSE A BISOGNI

I VANTAGGI CHE UNA STRUTTURA DI INTERMEDIAZIONE FILANTROPICA PUO' METTERE A DISPOSIZIONE DEI PROPRI DONATORI SON DIVERSI E POSSONO ESSERE SINTETIZZATI NELLE SEGUENTI CATEGORIE: GARANZIE, FLESSIBILITA', SEMPLICITA', EFFICACIA ED ECONOMICITA'

I SERVIZI OFFERTI

  • E' una struttura capace di offrire servizi filantropici a quei soggetti che vogliono dare organicità e coerenza alle loro erogazioni, ma non vogliono o non possono crearsi una propria fondazione.
  • È legalmente riconosciuta ed indipendente dal controllo o influenza di organizzazioni, del governo o dei donatori. Si sostiene grazie ad un patrimonio di base continuamente in crescita per servire la comunità.
  • Opera in un’area geografica specifica concentrando le proprie risorse.
  • Specificatamente nei comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona.
  • Informata ed esperta sviluppa risorse poiché possiede una conoscenza profonda del territorio d’interesse: bisogni, opportunità, persone ed istituzione e riceve donazioni da un ampio spettro di donatori.
  • Coinvolge tutte le tipologie di cittadini e di istituzioni locali nella sua attività (ad esempio nel consiglio di amministrazione, nei comitati, sia come donatori, sia come beneficiari di contributi o programmi, ecc.).
  • Gestisce finanze fungendo da guardiana-garante delle donazioni; gestisce, investe e sorveglia i fondi amministrati facendosi carico di tutti gli oneri burocratici e amministrativi collegati sia all’erogazione, sia alla raccolta di donazioni, anche sotto forma di lasciti testamentari, semplificando al massimo le procedure a carico del donante.
  • Assiste i donatori nella gestione delle erogazioni in funzione delle esigenze e dei desideri del donante.

I POTENZIALI FRUITORI

  • Persone fisiche o famiglie che vogliono gestire le proprie erogazioni massimizzando i benefici fiscali o che vogliono destinare un patrimonio per dare continuità a tali attività, ma le cui risorse non giustificano la costituzione di un ente autonomo;
  • Imprese, che non possono costituire una loro ONLUS, ma che potrebbero, grazie alla costituzione di un fondo, massimizzare l’impatto delle proprie erogazioni;
  • Fondazioni già esistenti che, non essendo ONLUS, non possono offrire benefici fiscali alle persone fisiche o che non hanno la struttura burocratica per raccogliere e gestire donazioni;
  • Enti non profit, che desiderano costituire un fondo patrimoniale, ma che che per diverse ragioni non vogliono gestire in prima persona tali risorse.